BENVENUTO - 180°

La storia

Questo ambigramma è nato per accogliere i visitatori del sito sulla homepage. Anche in questo caso volevo qualcosa che mettesse in mostra il mio spirito benevolo nei confronti dei visitatori e, nello stesso tempo, mostrasse lo spirito del sito. Dopo aver fatto mente locale sulla possibilità di realizzarlo ho compreso che l'unico problema era la "B"! "Come diavolo faccio a creare una B che ruotata diventa una O? E' impossibile! La B ha due pance, la O non ne ha nessuna. Forse posso mascherarne una in modo tale che crei la O...ma l'altra?". Questo è stato il mio pensiero e in effetti ci ho speso parecchio tempo, ma alla fine ho vinto io. La soluzione è venuta, come al solito, disegnando curve a casaccio con la matita, quindi è impossibile spiegarvi come ci sono riuscito...è stato il caso! La "e" invece si allunga verso il basso, così da creare il corpo della "t" (ruotata). Il trattino di inizio della "e" è anche il trattino della "t" se la si ruota di 180°. Anche questo è stato un ottimo risultato. Il resto, in realtà, è stato facile, perchè mi sono venute in soccorso le simmetrie delle lettere stesse: la "n" ruotata diventa già di suo una "u" non toccando niente; la "v" è bastato allungarla leggermente verso sinistra e così, ruotata, è diventata una "n". Infine per la "e" è bastato tagliarla nei punti giusti per essere letta uguale a se stessa anche ruotandola. Il resto è speculare.

Scrivi commento

Commenti: 0

La storia

Questo ambigramma è nato per accogliere i visitatori del sito sulla homepage.

Anche in questo caso volevo qualcosa che mettesse in mostra il mio spirito benevolo nei confronti dei visitatori e, nello stesso tempo, mostrasse lo spirito del sito.

Dopo aver fatto mente locale sulla possibilità di realizzarlo ho compreso che l'unico problema era la "B"!

"Come diavolo faccio a creare una B che ruotata diventa una O? E' impossibile! La B ha due pance, la O non ne ha nessuna. Forse posso mascherarne una in modo tale che crei la O...ma l'altra?".

Questo è stato il mio pensiero e in effetti ci ho speso parecchio tempo, ma alla fine ho vinto io.

La soluzione è venuta, come al solito, disegnando curve a casaccio con la matita, quindi è impossibile spiegarvi come ci sono riuscito...è stato il caso!

La "e" invece si allunga verso il basso, così da creare il corpo della "t" (ruotata). Il trattino di inizio della "e" è anche il trattino della "t" se la si ruota di 180°. Anche questo è stato un ottimo risultato.

Il resto, in realtà, è stato facile, perchè mi sono venute in soccorso le simmetrie delle lettere stesse: la "n" ruotata diventa già di suo una "u" non toccando niente; la "v" è bastato allungarla leggermente verso sinistra e così, ruotata, è diventata una "n". Infine per la "e" è bastato tagliarla nei punti giusti per essere letta uguale a se stessa anche ruotandola.

Il resto è speculare.